Ultime notizie
  1. Mara Buzzanca e Attilio Scarcella tra i “Testimonial del Centenario”
  2. La “matricola terribile” esce in Semifinale. Coach Mara Buzzanca: “Non pensavamo di arrivarci, ma abbiamo lavorato per un obiettivo comune”
  3. “Complimenti alle mie ragazze, Faenza una grande squadra”. Il presidente Attilio Scarcella dopo la sconfitta in Gara 2 Semifinale Play Off
  4. “Le ragazze hanno cuore, testa ed esperienza per portarci a Gara 3”. Coach Mara Buzzanca introduce Gara 2 contro Faenza
  5. Giorgia Manfrè su Gara 2 contro Faenza: “Questi sono i play off, ogni gara va vista singolarmente”

Isole Eolie

Nemmeno dipingendola sarebbe possibile dare una idea di questa terra convulsa, ardente
e quasi in fusione

Le Isole Eolie, dette anche Isole Lipari, sono un arcipelago di origine vulcanica, situato nel Mar Tirreno a Nord della costa sicula, luogo di selvaggia e rara bellezza. Le Isole prendono nome dal dio Eolo, re dei venti, che secondo la mitologia greca vi stabilì la propria residenza dando loro il nome, grazie alla sua fama di domatore dei venti.
Il primo di una lunga schiera d’illustri viaggiatori, fu Ulisse che, come narra Omero nell’Odissea, giunse alle Eolie dopo esser sopravvissuto al Ciclope Polifemo e qui venne ospitato da Eolo e omaggiato dell’otre contenente i venti contrari alla navigazione che lo avrebbe riportato in patria.
E così ancora l’arcipelago è citato da Virgilio nell’Eneide con la celebre descrizione dell’isola di Vulcano, fucina mitologica dove l’omonimo dio forgiava i metalli.
L’arcipelago delle Eolie è composto da sette isole: Vulcano, Lipari, Salina, Alicudi, Filicudi, Panarea e Stromboli. Comprendono ben due vulcani attivi, Stromboli e Vulcano, oltre a vari fenomeni di vulcanesimo secondario. La millenaria storia dell’arcipelago è ben documentata dal Museo Archeologico Regionale Eoliano, con sede centrale a Lipari e sezioni distaccate a Filicudi e Panarea.
Destinazione turistica sempre più popolare, le isole attraggono fino a 200.000 visitatori annuali. Le Isole Eolie sono state nominate Patrimonio dell’ Umanità dall’ UNESCO.
Trasporti ed escursioni disponibili, nel periodo estivo, dal porticciolo di Marina di Patti.